ASSICURAZIONE

   
 

Le polizze assicurative stipulate dal Centro Sportivo Italiano per i tesserati ordinari del CSI, atleti e non atleti ad eccezione dei Circoli Culturali e sportivi in Parrocchia e dei Circoli Culturali Sportivi Studenteschi - e dei loro tesserati - per i quali è stipulata sia una apposita convenzione infortuni relativa solo a invalidità permanente e morte, sia una polizza di R.C.T.  nonché per le società ed associazioni sportive affiliate al CSI, sono due: una riguarda il ramo infortuni, l’altra il ramo responsabilità civile verso terzi.

I termini di copertura previsti in tali polizze sono validi per tutti i tesserati dell’anno sportivo 2017-2018 

Per avere ulteriori informazioni e precisazioni è possibile contattare:

Società Cattolica Assicurazioni
Agenzia Generale di Roma - Piazza di Spagna
Via della Vite, 5 - 00187 Roma
tel. 06/6792501 - fax 06/69799763 
e-mail: romapiazzadispagna@cattolica.it


NORME PROCEDURALI DA SEGUIRE PER ISTRUIRE REGOLARMENTE LA PRATICA D’INFORTUNIO
     
 

Inviare tramite Raccomandata A.R. alla Cattolica Assicurazione entro 45 giorni dalla data del sinistro il modulo di denuncia, debitamente compilato, allegando:

  • fotocopia della tessera associativa definitiva

  • fotocopia dell’eventuale referto del Pronto Soccorso o del medico che ha effettuato la prima visita

Il prosieguo della pratica infortunistica è di competenza della Società Cattolica Assicurazioni 

  • Agenzia Generale di Roma, Piazza di Spagna- Via della Vite n.5 - 00187 Roma presso cui andranno inviati i successivi documenti sia medici che fiscali, nonché la chiusura del sinistro.

Si consiglia di trattenere copia dell’intera documentazione inviata.



E' importante sapere che:

  •  per la  denuncia  utilizzate il modello presente sul nostro sito e speditelo (unitamente alla fotocopia delle tessera CSI)  al massimo entro 45 giorni dall’evento a mezzo racc.ta a r,  all’indirizzo della Cattolica emarginato sullo stesso;

  • tutte le spese sostenute per le cure, i medicinali e le spese fisioterapiche vanno prescritte dalla ASL o dall’ospedale, anche se effettuate, poi, privatamente: ossia, il predetto certificato medico pubblico è indispensabile per il rimborso, sempre nei limiti ed alle condizioni della  polizza;

  • prima che scatti l’anno dalla data dell’evento, inviate alla Cattolica racc.ta ar con cui indicate gli estremi relativi al sinistro (il numero della pratica – se lo avete -, il nominativo dell’infortunato, la data del sinistro), con cui chiedete la formale interruzione della prescrizione;

  • ricordate sempre che la denuncia deve essere effettuata dall’atleta/tesserato/infortunato e non dalla società sportiva o addirittura dal comitato.